Anello del Cimone

 

Consta di un libro formato 12×17 cm, di 64 pagg., tutte a colori, con numerose foto e box di approfondimento, con allegata cartina 1:25.000 , formato 70×100 cm, di tutto il territorio dell’alto Appennino modenese, dal Corno alle Scale all’Abetone e verso Nord fino a Gaiato e Lama Mocogno. La cartina comprende tutti i sentieri segnati e non, percorribili nel territorio preso in considerazione. Sulla cartina sono evidenziate tutte le emergenze e le strutture ricettive presenti nella zona con approfondimenti e dettagli sul librettino.

L’Anello del Cimone descrive un trekking di sette giorni, adatto a tutti, con tappe brevi, con partenza da Montecenere. La prima tappa percorre la Via Vandelli fino a La Santona, poi guada lo Scoltenna al Ponte dei Leoni, tocca Montecreto, sale sul Monte Cervarola e fa tappa la seconda notte al Lago della Ninfa. Nella terza giornata scavalca il Cimone sulla cima e si ferma a Doccia di Fiumalbo. Il quarto giorno si percorre l’alto crinale passando sul Libro Aperto e dal Passo di Croce Arcana si scende a dormire a Capanno Tassoni. La quinta tappa percorre un tratto della Via Romea Nonantolana, tocca Ospitale, Fellicarolo e ferma a Canevare. La penultima tappa sale sulle pendici della Calvanella, da Pian del Falco scende a Sestola e ferma a Vesale, sotto una delle ofioliti più grandi della bassa valle dello Scoltenna . L’ultima tappa, attraverso Castellaro, il Monte della Penna e Acquaria, raggiunge il magnifico, cinquecentesco ponte di Olina, passato il quale si ritorna a Montecenere, dopo 104 chilometri sui sentieri più belli, 5400 metri di dislivello in salita, 104 ore di marcia.